FS NEWS >

Le nostre regole

Nell'attuare la propria missione e i propri obiettivi, Terminali Italia si è dotata di un insieme di regole, processi e strutture organizzative di corporate governance orientate al corretto ed efficiente governo societario nel rispetto delle leggi e delle disposizioni del Gruppo Ferrovie dello Stato. 

Il Codice Etico

Nello svolgimento della propria attività Terminali Italia ispira il proprio operato al Codice Etico del Gruppo Ferrovie dello Stato, espressione delle responsabilità e degli impegni etici assunti per instaurare e mantenere un rapporto di fiducia con i propri stakeholder interni (azionisti, management e personale dipendente) ed esterni (clienti e fornitori attuali e potenziali, finanziatori, creditori, istituzioni pubbliche e collettività). Orienta le proprie attività oltre che al risultato economico, ad aspetti come la qualità, l’immagine, l’affidabilità e, più in generale, la reputazione dell’impresa in termini di responsabilità etica, sociale e ambientale. Per diffondere al proprio interno una cultura etica e vigilare sul rispetto delle regole, Terminali Italia ha istituito al suo interno il Comitato Etico.

Modello Organizzativo, di Gestione e Controllo

Terminali Italia ha istituito l’Organismo di Vigilanza previsto dal Decreto Legislativo 231/2001 cui è affidato il compito di definire il Modello Organizzativo, di Gestione e Controllo e di vigilare, con continuità ed indipendenza, sul suo efficace funzionamento ed osservanza. Sarà orientato a prevenire i reati previsti dal Decreto tra cui i reati contro la pubblica amministrazione, i reati societari, di sicurezza sul lavoro, informatici ed altri commessi dal proprio personale a vari livelli di responsabilità nell’interesse o a vantaggio della società stessa.

Nel proprio Modello, Terminali Italia descriverà il sistema delle regole applicate in ogni ambito dell’impresa in relazione alla definizione dei documenti organizzativi e dell’organizzazione vigente; al sistema delle deleghe di responsabilità e il conferimento dei poteri (procure); alla gestione delle risorse umane, la formazione e l’addestramento; al sistema retributivo e di incentivazione; al controllo di gestione e al sistema disciplinare e sanzionatorio. Descriverà inoltre, nella parte speciale  i controlli interni (regole, procedure e protocolli) adottati nella gestione operativa dei singoli processi per prevenire i reati che possono essere commessi nelle specifiche aree di attività.

Il Sistema di Controllo Interno e i modelli organizzatvi

Il Modello è parte integrante del più ampio Sistema di Controllo Interno a presidio dei rischi e orientato a perseguire, nel rispetto delle strategie aziendali, l' efficacia e l' efficienza dei processi aziendali; la salvaguardia del patrimonio aziendale; l'affidabilità e l'integrità delle informazioni; la conformità delle operazioni alle disposizioni legislative, regolamentari e contrattuali, nonché a politiche, piani, regolamenti e procedure interne.

In questo contesto, Terminali Italia ha adottato in conformità a specifiche disposizioni di legge modelli organizzativi per la gestione della Sicurezza del lavoro (D. Lgs. 81/2008), per la tutela dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e per la conservazione e l’uso razionale dell’energia (Legge n. 10 del 9 gennaio 1991). Ispira inoltre il proprio Sistema di controllo interno anche a riferimenti normativi internazionali (best practices) quali i sistemi di gestione per la qualità (ISO 9000), per la salute e la sicurezza dei lavoratori (OHSAS 18001), per la tutela ambientale (ISO 14000) e per la sicurezza delle informazioni (ISO 27000).

In coerenza con le disposizioni del Gruppo FS il Bilancio di Terminali Italia è certificato da primaria società di revisione.

La società sta elaborando la Carta dei Servizi quale impegno verso i clienti e gli stakeholders per il  raggiungimento degli obiettivi di qualità dei prodotti e servizi e di sostenibilità economica, ambientale e sociale.

Documenti